Chiama ora: 0583 40541

Kia XCeed Al volante della 1.6 CRDi DCT7
03/09/2019
La XCeed completa la famiglia delle medie della Kia, anche se non lo dà a vedere chiaramente: nella crossover i lineamenti da berlina si miscelano a quelli della coupé, ma non mancano delle soluzioni prese in prestito dal mondo delle ruote alte.

Questioni di stile. A livello di abitacolo, la parentela con le altre Ceed è messa in risalto dallo stile dell’arredamento e dall’ampiezza dell’ambiente, anche se l’accessibilità posteriore appare meno generosa per via delle porte più piccole e del profilo spiovente del padiglione. L’allestimento top di gamma, l’Evolution (dotato di cerchi da 18”), si allontana dalle consanguinee anche per l’atmosfera interna, resa più ricercata e tecnologica dagli specifici abbinamenti cromatici e, soprattutto, dal cluster digitale da 12,3” (il quale, però, non è configurabile). Pregevole è pure lo schermo da 10,25” del sistema d’infotainment, il quale alza l’asticella della connettività Kia abilitando numerose funzionalità da remoto, l’accesso ai servizi online e a tutti gli aggiornamenti, gratuiti per sette anni.

Punta sul confort. La crossover ha un’altezza da terra pari a 18,4 centimetri e non ha pretese da off-road: manca, infatti, la modalità di marcia per i fondi a bassa aderenza. Detto questo, la seduta rialzata favorisce la vista sulla strada, anche se in manovra e nelle svolte a sinistra i montanti risultano leggermente invadenti. La guida è istintiva e rassicurante: guidando speditamente sui percorsi tortuosi, il leggero rollio e l’accenno di sottosterzo riducono la prontezza degli inserimenti in curva e l’agilità, ma non pregiudicano l’affidabilità del comportamento. L’assetto, d’altronde, punta sostanzialmente sul confort, ulteriormente impreziosito dalla buona insonorizzazione dell’abitacolo.

Coppia affiatata. Il confort acustico è garantito pure dal turbodiesel di 1.6 litri da 136 CV, che nel caso della XCeed Evolution è esclusivamente abbinato al cambio automatico doppia frizione a sette marce. Il matrimonio è convincente, anche sul fronte dei consumi: dopo aver percorso le tortuose strade dell’entroterra della Provenza, il computer di bordo ha riportato una percorrenza media vicina ai 17 km/l. La XCeed, d’altronde, non ha tendenze sportiveggianti, ma il carattere è apprezzabile: guidando, s’apprezzano la prontezza della risposta ai bassi regimi, l’elasticità e la fluidità dell’erogazione. Quest’ultima è armonizzata dal cambio, lineare e dotato di un buon tempismo.

Ben dotata e in promozione. La famiglia della XCeed è composta da 12 versioni, per le quali è previsto uno schieramento di Adas che cresce in funzione degli allestimenti (Urban, Style ed Evolution). I motori disponibili sono i benzina di 1.0, 1.4 e 1.6 litri (rispettivamente da 120, 140 e 204 CV) e il millesei turbodiesel da 115 o 136 CV. Il listino va da 22.750 a 32.750 euro, ma in fase di lancio sono previsti sconti che arrivano sino a 4.250 euro. In questo periodo, sono in vendita anche 250 esemplari della 1.6 CRDi più potente nell’allestimento full optional Launch Edition, proposto a 28.900 euro.


CHIEDI PIÙ INFORMAZIONI SU QUESTA NEWS
Inviaci i tuoi dati e un messaggio, ti ricontatteremo il prima possibile e ti terremo aggiornato su news similari

COMPILA I DATI CON: